Il paradiso non esiste

Il paradiso non esiste (Emma Marrone)

Questo brano, che fa parte dell’album “Adesso”, porta inequivocabilmente il segno che contraddistingue Emma Marrone: la grinta.

Video del giorno

L’energia si evidenzia non solo nel testo ma anche e soprattutto nel ritmo musicale al quale fa da cornice il video dall’impronta selvaggia che vede protagonista la stessa cantante accompagnata coreograficamente dai movimenti armoniosi di alcuni ballerini.

Fin dalla sua apparizione ad “Amici”, Emma ha espresso manifestatamente la sua tendenza combattiva e la sua poca inclinazione al rispetto di quelle regole cerimoniose. A volte sembrava quasi irriverente, ma sempre determinata e capace.

Questa sua tenacia e il suo grande attaccamento alla vita, oltre che la sua inconfondibile autostima, escono magnificamente nel brano qui recensito.

Nella canzone, sembra rivolgersi a se stessa, come sdoppiandosi (il video infatti rappresenta due figure, il bianco e il nero, una sorta di duplicità dell’anima). Descrive il suo incedere nel mondo musicale in modo pesante, difficoltoso («ha tremato la terra dopo ogni tuo passo»), complicazioni che le hanno insegnato ad essere coraggiosa e ad andare avanti imparando dai propri fallimenti («è così che hai imparato il coraggio, è così che hai imparato da me»).

Probabilmente, i vari ostacoli a cui è andata incontro per riuscire a raggiungere il successo desiderato l’hanno in parte scoraggiata, talvolta fino al punto di odiarsiti aspettavo proprio dietro la porta, le parole che hai detto fanno ridere l’aria», «è così che ho imparato ad odiarti, è così che ho imparato da te»), ma resistendo e imparando a superarli.

Continua a descrivere la lentezza dei suoi propositi, paragonandola al passo di un gigante («ogni cosa dormiva, il tempo si trascina come fosse un gigante») e, quando parla della «natura che si ostina», viene in mente – poiché la stessa Emma non ne ha mai fatto mistero – i problemi di salute che ha dovuto affrontare in giovanissima età, problemi che la costringevano a pensare che la sua voce, cioè il suo «ruggito, si perdesse inascoltato tra la gente».

Superato anche il periodo buio e raggiunto lo scopo professionale della sua vita con le sue sole forze, Emma conclude affermando che «il paradiso non esiste, esistono solo le mie braccia in questo piccolo mondo di oggi», «un mondo infinito»). Un mondo che la rende fiera di se stessa e del percorso che ha intrapreso.

Ora che sa cosa vuole e cosa la fa stare bene, ora che ha capito la lezione, continuando ad imparare da sé, ha imparato finalmente ad amarsi («nella vita ho capito cosa voglio e chi sono, ad ognuno serve una lezione, è così che ho imparato ad amarmi, è così che ho imparato da me»).

Alla fine del brano, sembra voler dire di aver perso – sacrificandola – la sua parte sentimentale gettando il suo cuore in un fosso, ma non pare avere rimpianti. Insiste, infatti, nel dire che «il paradiso non esiste, lo abbiamo lasciato a tutti gli altri». In questo contesto, il paradiso non è altro che il cosiddetto privilegio, la vita resa facile dalle agevolazioni di cui lei non ha goduto e che ha voluto invece guadagnarsi.

Le basta il piccolo mondo di oggi che per lei è infinito («mi basta il piccolo mondo, un mondo infinito»).

Testo
IL PARADISO NON ESISTE

Ha tremato la terra dopo ogni tuo passo
Ti aspettavo proprio dietro la porta
È così che hai imparato il coraggio
È così che hai imparato da me

Le parole che hai detto fanno ridere l’aria
mentre si piegava tutto il cielo
È così che ho imparato ad odiarti
È così che ho imparato da te

Ogni cosa dormiva
Il tempo si trascina
come fosse un gigante
La natura si ostina
come se il mio ruggito
si perdesse inascoltato tra la gente

Il paradiso non esiste
Esistono solo le mie braccia
in questo piccolo mondo di oggi
in questo piccolo mondo
un mondo infinito

Il paradiso non esiste
lo abbiamo lasciato a tutti gli altri
Mi basta il piccolo mondo di oggi
mi basta il piccolo mondo
un mondo infinito

Nella vita ho capito cosa voglio e chi sono
Ad ognuno serve una lezione
È così che ho imparato ad amarmi
È così che ho imparato da me

La natura mi sfida
Il tempo si trascina
come fosse un gigante
come fa molta gente
come se il mio ruggito
si perdesse inascoltato tra la gente

Il paradiso non esiste
Esistono solo le mie braccia
in questo piccolo mondo di oggi
in questo piccolo mondo
un mondo infinito

Il paradiso non esiste
lo abbiamo lasciato a tutti gli altri
Mi basta il piccolo mondo di oggi
mi basta il piccolo mondo
un mondo infinito

Ha tremato la terra
dopo ogni mio passo
perché trema la terra
anche solo se penso
Io che il cuore l’ho perso
l’ho gettato in un fosso
e adesso lo desidero per te

Il paradiso non esiste
lo abbiamo lasciato a tutti gli altri
Mi basta il piccolo mondo di oggi
mi basta il piccolo mondo
un mondo infinito

data
argomento
Il paradiso non esiste (Emma Marrone)
51star1star1star1star1star
Recensione di

Paloma55

Visitatore del sito

Lascia un commento