Volume III – Fabrizio De André

Raccolta delle migliori frasi di Volume III (album Fabrizio De André).

Quei giorni perduti a rincorrere il vento, a chiederci un bacio e volerne altri cento.
Amore che vieni, amore che vai

Tu che con gli occhi di un altro colore mi dici le stesse parole d’amore, fra un mese fra un anno scordate le avrai.
Amore che vieni, amore che vai

Io t’ho amato sempre, non t’ho amato mai, amore che vieni, amore che vai.
Amore che vieni, amore che vai

Piangeva il giudice come un vitello, negli intervalli gridava “mamma”, gridava “mamma” come quel tale cui il giorno prima, come ad un pollo, con una sentenza un po’ originale aveva fatto tagliare il collo.
Il gorilla

Sorella Morte, lasciami il tempo di terminare il mio testamento, lasciami il tempo di salutare di riverire, di ringraziare tutti gli artefici del girotondointorno al letto di un moribondo.
Il testamento

Se dalla carne mia già corrosa dove il mio cuore ha battuto il tempo, dovesse nascere un giorno una rosa, la do alla donna che mi offrì il suo pianto: per ogni palpito del suo cuore le rendo un petalo rosso d’amore.
Il testamento

Cari fratelli dell’altra sponda, cantammo in coro giù sulla Terra, amammo in cento l’identica donna, partimmo in mille per la stessa guerra. Questo ricordo non vi consoli: quando si muore, si muore soli.
Il testamento

Quando gli dissero di andare avanti, troppo lontano si spinse a cercare la verità. Ora che è morto la patria si gloria d’un altro eroe alla memoria.
La ballata dell’eroe

Sola senza il ricordo di un dolore, vivevi senza il sogno di un amore.
La canzone di Marinella

Come tutte le più belle cose vivesti solo un giorno, come le rose.
La canzone di Marinella

Non è la rosa, non è il tulipano che ti fan veglia dall’ombra dei fossi, ma sono mille papaveri rossi.
La guerra di Piero

Ti accorgesti in un solo momento che il tempo non ti sarebbe bastato a chiedere perdono per ogni peccato.
La guerra di Piero

Ti accorgesti in un solo momento che la tua vita finiva quel giorno e non ci sarebbe stato un ritorno.
La guerra di Piero

Dentro alla bocca stringevi parole troppo gelate per sciogliersi al sole.
La guerra di Piero

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime novità

Altri post