Perfect Day

Proprio una giornata perfetta: mi hai fatto dimenticare me stesso. Credevo di essere qualcun altro, qualcuno di buono…

Una giornata può essere perfetta per molte ragioni: ad esempio perché si sente di averla vissuta pienamente, magari insieme alla giusta compagnia, cioè quella che più di ogni altra cosa ci fa sentire vivi e tavolta persino persone migliori. Che la compagnia giusta sia una persona o una siringa di eroina è una “sfumatura” lasciata alla libera interpretazione dell’ascoltatore.

«Non puoi chiedermi di spiegarne il testo, perché non lo farò». È così che risponde Lou Reed in questa intervista su The Guardian, schivando la domanda diretta sul significato della canzone. Il testo, infatti, si presta alla celebrazione di una giornata perfetta, ma “perfect day” è anche un’espressione gergale che indica il cosiddetto sballo da eroina.

Il titolo di questa canzone – la quale è tratta dall’album “Transformer” del 1972 – non è, probabilmente, l’unico indizio sapientemente seminato da Lou Reed nell’àmbito del brano che possa suggerire un’interpretazione focalizzata sull’uso di una qualche sostanza. Complice è anche il modo “cantilenante” con il quale la canzone viene cantata: un tono che lascia pensare ad una quieta euforia, ad un felice lasciarsi andare; ad un abbandonarsi, finalmente, alla sensazione totalizzante e appagante scaturita da una giornata perfetta… o da un perfect day.

Secondo il saggio “Transformers – La storia di Lou Reed” di Victor Bockris, biografo di numerosi artisti, questa canzone sarebbe invece soltanto la messa in musica di una devozione romantica verso qualcuno (probabilmente Bettye Kronstadt, la prima moglie di Reed), che avrebbe aiutato l’artista ad affrontare i propri problemi di droga ed il rapporto conflittuale con la propria sessualità.

Probabilmente non esiste una soluzione univoca al dubbio che assedia l’ascoltatore: il tratto più speciale di questa canzone si trova proprio nella sua ambiguità di significato.

In qualsiasi chiave la si legga, la canzone esordisce con uno scenario aperto, un parco, luogo che potrebbe richiamare sia le tenere effusioni di due innamorati su una panchina, sia la possibilità di appartarsi per consumare nell’ombra la propria dose. Egli si ritrova poi a bere sangria («just a perfect day / drinking sangria in the park») e infine a tornare, insieme, a casa (and then later / when it gets dark we go home»).

La giornata prosegue con attività divertenti ma tranquille, come andare allo zoo («just a perfect day / feed animals in the zoo») e poi vedere un film («then later / a movie too and then home»).

Il ritornello inizia a decantare la giornata perfetta («oh, it’s such a perfect day»), che il protagonista è felice di star trascorrendo proprio “con te” («I’m glad I’m spending with you»), cioè con ciò che “lo fa andare avanti” («you just keep me hanging on»).

Sembra quasi che egli, nel dedicarsi a tutte queste attività, tuttavia non provi alcuna emozione, come se tutto fosse vissuto in modo asettico; in fondo ciò che lo fa “andare avanti” non è certo il presunto divertimento della giornata trascorsa. Ciò che la rende perfetta è qualcos’altro, a cui il cantante si rivolge a tu per tu, come fosse una persona o, comunque, un’entità viva.

Le strofe subito dopo il primo ritornello si avvicinano pericolosamente al senso meno positivo della canzone: è proprio un giornata perfetta perché tutti i problemi vengono messi da parte («just a perfect day / problems all left alone»), ed egli si sente come una sorta di turista («weekenders on our own»). Tutto ciò sembra “così divertente” («it’s such fun»).

Il motivo della sua apparente serenità è talmente potente da fargli dimenticare se stesso («you made me forget myself»), e non solo: il protagonista, ripercorrendo con un ultimo verso della strofa la giornata perfetta appena trascorsa, si accorge che in quei momenti si era sentito come qualcun altro, come una persona migliore («I thought I was / someone else, someone good»). Non sfugge il fatto che egli già parli al passato: il ricordo – o il sogno offuscato? – di aver vissuto una giornata perfetta è già finito.

La sinistra chiusura del brano è un ripetersi quattro volte dello stesso verso, che recita letteralmenteil monito del “raccoglierai ciò che hai seminato” («you’re going to reap just what you sow»).

L’opera forse più celebre in cui è stato utilizzato questo brano è il film “Trainspotting” (1996), in cui “Perfect day” fa da colonna sonora alla scena in cui uno dei personaggi si inietta una dose letale, sprofondando nell’incoscienza di un’overdose da eroina.

Un aneddoto particolare su questa canzone è l’uso che ne ha fatto il cardinale Gianfranco Ravasi, pubblicandone alcuni stralci in questo tweet del 28 ottobre 2013, come tributo alla morte di Lou Reed, avvenuta il giorno prima. Diversi commenti e successivamente testate giornalistiche hanno sottolineato la possibile gaffe del cardinale, il quale è probabile ignorasse il “doppio senso” – di cui uno decisamente di “perdizione” – che la canzone evoca.

Di “Perfect day” è stata realizzata una cover di beneficienza per l’UNICEF cantata da numerosi artisti, tra cui – tra i più conosciuti – lo stesso Lou Reed, Bono degli U2, David Bowie ed Elton John. Altre cover sono state realizzate dai Duran Duran e da Susan Boyle. Inoltre, Lou Reed ha anche duettato insieme a Luciano Pavarotti.

Testo
PERFECT DAY

Just a perfect day
drink sangria in the park
and then later
when it gets dark we go home

Just a perfect day
feed animals in the zoo
then later
a movie too and then home

Oh, it’s such a perfect day
I’m glad I spent it with you
Oh, such a perfect day
you just keep me hanging on
you just keep me hanging on

Just a perfect day
problems all left alone
weekenders on our own
it’s such fun

Just a perfect day
you made me forget myself
I thought I was
someone else, someone good

Oh, it’s such a perfect day
I’m glad I spent it with you
Oh, such a perfect day
you just keep me hanging on
you just keep me hanging on

You’re going to reap just what you sow
you’re going to reap just what you sow
you’re going to reap just what you sow
you’re going to reap just what you sow

Testo cover
PERFECT DAY

Lou Reed: Just a perfect day, drink sangria in the park
Bono (U2): and then later, when it gets dark
Sky (Morcheeba): we go home

David Bowie: Just a perfect day
Suzanne Vega: feed animals in the zoo
Elton John: then later a movie too, and then home

Boyzone: Oh, it’s such a perfect day
Lesley Garrett: I’m glad I spent it with you
Burning Spear: Oh, such a perfect day
Bono (U2): you just keep me hanging on
Thomas Allen: you just keep me hanging on

Heather Small (M People): Just a perfect day
Emmylou Harris: problems all left alone
Tammy Wynette: weekenders on our own
Shane McGowan (The Pogues): it’s such fun

Dr John: Just a perfect day
David Bowie: you made me forget myself
Robert Cray: I thought I was someone else
Huey (Fun Lovin’ Criminals): someone good, yeah

Ian Brodie (Lightning Seeds): Oh, it’s such a perfect day
Gabrielle: I’m glad I spent it with you
Dr John: Oh, such a perfect day
Evan Dando (The Lemonheads): you just keep me hanging on
Emmylou Harris: you must keep me hanging on

Brett Anderson (Suede): You’re going to reap just what you sow
Joan Armatrading: you’re going to reap
Laurie Anderson: just what you sow
Heather Small (M People): you’re going to reap just what you sow, yeah
Tom Jones: oh, you’re going to reap just what you sow…
Heather Small (M People): you’re going to reap just what you sow, yeah

Lou Reed: Oh, what a perfect day

Traduzione
GIORNATA PERFETTA

Proprio una giornata perfetta
bere sangria al parco
e più tardi
quando fa buio andiamo a casa

Proprio una giornata perfetta
dar da mangiare agli animali allo zoo
e più tardi
anche un film e poi a casa

Oh, è una giornata così perfetta
Sono felice di averla trascorsa con te
Oh, una giornata così perfetta
mi fai proprio andare avanti
mi fai proprio andare avanti

Proprio una giornata perfetta
i problemi tutti messi da parte
turisti per i fatti nostri
è così divertente

Proprio una giornata perfetta
mi hai fatto dimenticare me stesso
Credevo di essere
qualcun altro, qualcuno di buono

Oh, è una giornata così perfetta
Sono felice di averla trascorsa con te
Oh, una giornata così perfetta
mi fai proprio andare avanti
mi fai proprio andare avanti

Raccoglierai ciò che hai seminato
raccoglierai ciò che hai seminato
raccoglierai ciò che hai seminato
raccoglierai ciò che hai seminato

data
argomento
Perfect Day (Lou Reed)
51star1star1star1star1star

Lascia un commento