E non c’è mai una fine

E Non C'è Mai Una Fine (Modà) by Teresa

Basta un piccolo gesto per tornare ad abbracciarsi e riprendere da dove si è lasciato

È del 2015 l’album che contiene questa canzone. Come tanti altri pezzi musicali dei Modà, le storie raccontate sono intrise di tristezza, di abbandono, di amori combattuti e controversi – a volte forse poco ricambiati – e di spaccati di vita di coppia.

Nel video ufficiale di questo brano di coppie se ne vedono svariate, variegate: coppie omosessuali, di etnie diverse, etero, attempate! Tutte, però, segnate dalle medesime emozioni.

Questo a prova del fatto che da chiunque l’amore sia vissuto, le dinamiche sono identiche.

Quando si ama veramente, quando si vive una passione, che poi per vari motivi va scemando fino a concludersi, il più delle volte per riuscire ad andare avanti «e per non cedere ai ricordi» si arriva addirittura a «cercare scuse per odiarsi»: l’importante è continuare a mantenere un rapporto, anche se questo implica litigi e scontri. Sempre meglio che starsi lontani e perdersi di vista non avendo più occasioni di poter provare ancora a ricucire ciò che sembra essere irrecuperabile («ma non riuscire mai a perdersi»).

Quando un amore finisce, si tende a pensare che col tempo tutto sarà meno nitido; si tenderà a dimenticare. Sembra che questo non sia possibile per la storia d’amore raccontata dai Modà: le loro coppie sono diverse e sanno che sarà sufficiente un motivo per tornare ad abbracciarsi, a stringersi. Sanno «che non c’è mai una fine».

Anche dopo una storia travagliata («nel segno di tutti quei graffi / così profondi e sempre aperti»), la dimostrazione che di quel rapporto non si può fare a meno è data proprio dalle ferite che non si vuole che rimarginino, che si vuole tenere sempre aperte perché «di star lontani e di scappare senza ritornare proprio non si può».

Infatti basta tornare ad abbracciarsi che tutto torna come prima, anzi: più forte di prima. Si è talmente sicuri di ciò da convincere «… pure il sole che ci potrà bruciare e che la pioggia non bagnerà anche se arriva un temporale».

…una sorta di quiete dopo la tempesta! E, come dicono i Modà: to be continuedla storia continua.

Testo
E NON C’È MAI UNA FINE

Cercare scuse per odiarsi
e per non cedere ai ricordi
ma non riuscire mai a perdersi

Per noi non valgono i discorsi
che il tempo aiuta a non pensarci
perché noi siamo diversi

E tutti e due sappiamo bene che

che non c’è mai una fine
e che mi fai morire
Stringimi forte amore
Stringimi forte e non sentirò
più niente ma solo il tuo cuore
E dimmi che hai capito pure te
che non c’è mai una fine

La sensazione di sentirsi
un corpo solo e di toccarsi
solo scambiandoci sguardi

Nel segno di tutti quei graffi
così profondi e sempre aperti
è la dimostrazione che di star lontani
e di scappare senza ritornare proprio non si può

E non c’è mai una fine
e poi mi fai morire
Stringimi forte amore
Stringimi forte e non sentirò
più niente ma solo il tuo cuore
Spogliati e non parlare
Convinci pure il sole che
che ci potrà bruciare
e che la pioggia non bagnerà
anche se arriva un temporale

E non c’è mai una fine
e poi mi fai morire
Stringimi forte amore
Stringimi forte e non sentirò
più niente ma solo il tuo cuore
E dimmi che hai capito pure te
che non c’è mai una fine

data
argomento
E Non C'è Mai Una Fine (Modà)
51star1star1star1star1star
Recensione di

Teresa

Visitatrice del sito