Frasi dei Thegiornalisti

Raccolta delle migliori frasi dei Thegiornalisti tratte dalle canzoni e i testi di Love, Completamente Sold Out, Fuoricampo, Vecchio, Vol. 1 e altri brani.

E fammi stendere, fammi rotolare su e giù, e fammi arrendere, fammi respirare tu.
Animali

Insegnami a parlare con la bocca e con il cuore. Insegnami a giocare con la palla sotto casa. Insegnami a guardare le persone senza indicare. Insegnami ad ascoltare i silenzi prolungati. Insegnami a godere le paure. Insegnami a mangiare le verdure che fanno bene.
Autostrade umane

Vorrei accertare che siamo uomini non tanto per il fatto che si muore, ma perché usiamo le parole per comunicare.
Autostrade umane

Faremo in modo che le parole siano ponti da lanciare che collegano autostrade: milioni di autostrade umane.
Autostrade umane

Insegnami a rischiare su quelle cose che fanno bene.
Autostrade umane

Spero che… mi auguro di cuore che… non ci incontreremo mai più, per non perdere l’ultimo briciolo di dignità che mi rimane ed evitare di squagliarmi sotto il sole ed evitare di guardarti come un pazzo, come un pazzo che ti vuole completamente.
Completamente

Vorrei stare sempre bene, ma quando mi diverto poi sto male.
Controllo

Tutto così fuori controllo che lo controllo.
Controllo

Diamo tempo al tempo se ci va o rimarremo in coda con l’ansia di non arrivare mai.
Diamo tempo al tempo

E poi attendere la sera tardi quando con vero amore mi parli.
Diamo tempo al tempo

Disperato non è male: ci provo un sacco di poesia.
Disperato

Ciao dottore, vorrei essere come te, ma mi manca il coraggio, l’intelligenza e la paura di aggredire e di affondare.
Dr. House

E forse cerco solo un padre, l’ho trovato in te, in Fantozzi, in Bud Spencer, in Terence Hill, in Verdone, in De Sica, in Leone, in Morricone e Tarantino, in Totò e Peppino.
Dr. House

E allora viva le sale da ballo quando la pista è l’intera città, la nostra città. Non voglio mai morire.
E allora viva!

Portiamoci la musica, le parole e qualche sogno, e vedrai poi che il cielo brillerà sempre di più.
E che ci vuoi fare

E quando ho visto che ormai da anni ogni lunedì faccio lo stesso, capisco che non è cambiato niente, a parte il numero di macchine che sono sotto il mio palazzo.
E meno male

E meno male: se decido di cambiare almeno il resto resta uguale.
E meno male

La libertà non mi dà gioia a volte, ma solo insicurezza.
Fatto di te

Ti mando un vocale di dieci minuti soltanto per dirti quanto sono felice.
Felicità ***

Ma quanto è *** questa felicità che dura un minuto: ma che botta ci dà.
Felicità ***

Ma che bello sudare d’estate ai matrimoni, all’ufficio postale, alla festa del santo patrono, quando il volante non si può toccare. Mi mette di buon umore come il vento sotto la maglietta e la birra che si scalda in fretta.
Felicità ***

Affronto il sabato con la vena triste di chi dice tutta la verità a se stesso.
Guido così

Non verserò una lacrima, giuro, perché la prenderebbe il mare, come già si è preso me.
Il marinaio

Il tradimento è più bello farlo, ma ti rifiuti di subirlo.
Il tradimento

E perché poi mi parli sempre di rispetto, se di rispetto non ti sei servito mai?
Il tradimento

L’unico modo che prova che esisti è quando tradisci… quando tradisci l’uomo dentro di te.
Il tradimento

Quando ti alzi la mattina e esci di casa, ti siedi in macchina e vorresti vomitare, ma ormai sei un tutt’uno col fumo e la polvere che ti impregnano i vestiti dalle maniche al colletto.
Il tradimento

La tua camicia blu… che poi in realtà era la mia: ma non capisco niente quando indossi cose grandi.
Il tuo maglione mio

E io continuo adesso a starmene tra guerra e pace, infischiandomene del senso da dare a tutto ciò che accade.
In continuo adesso

Sto pensando a te come non ho mai pensato a te, e sinceramente come non ho mai pensato ad altro.
Io non esisto

E passerà così un altro inverno freddo, poi magari con l’estate mi riscaldo, tanto già lo so che non cambierà un ***: io per te non esisto.
Io non esisto

E anche l’ultimo timore se ne va quando sei su una nuvola.
L’importanza del cielo

Questo è l’ultimo grido di chi si ama forse troppo e non vuol morire mai.
L’ultimo grido della notte

Hai le lacrime che sanno di dolce.
L’ultimo giorno della terra

Hai le lacrime che sanno di dolce.
L’ultimo giorno della terra

Questa è una canzone che ho scritto per te, così quando la senti ti metti a piangere, poi facciamo pace.
L’ultimo giorno della terra

Senza compassione hanno rubato tutta la mia ribellione.
La mano sinistra del diavolo

Le tue foto mi uccidono, i tuoi baci guariscono.
Love

Soltanto tu mi puoi salvare quando la vita non gira bene, non ti fa volare.
Love

Soltanto tu mi fai arrivare in fondo a quei giorni in cui non riesco a salire le scale, nemmeno… nemmeno dormire.
Love

Come si fa a vivere la modernità senza fare schifo?
Mare Balotelli

L’equilibrio è un treno che parte e riparte, ma è sempre lì fermo in quel tratto e non vola mai.
Milano Roma

Dopo questa sera mi sembra di esser nato con te e scendere solamente per te, tanto è come stare in aria per ore.
Nato con te

Sarà un altro giorno passato nel letto, con la bottiglia dell’acqua affianco e il telefono stretto.
New York

Puoi farmi di più: conosco le mosse, i tuoi colpi bassi li sento appena, appena sento che la mia è soltanto una pioggia nel cuore.
Pioggia nel cuore

Ma quanto nero che c’è intorno agli occhi sulle barbe e le magliette, con il rosso che passa dalle labbra ai colletti, da un bicchiere di vetro a un bacio nel cesso?
Promiscuità

Io sono di quelli che se a calcio sbaglia il primo pallone butta via tutta la stagione e non si riprende più.
Proteggi questo tuo ragazzo

Proteggimi dal cielo che è troppo alto, dalla terra che è troppo terra, dalle situazioni in cui non mi trovo, in cui non mi ritrovo più.
Proteggi questo tuo ragazzo

Dentro casa col vestito da sposa, sei il finale migliore di tutti i film che possiamo guardare prima di andare a dormire.
Questa nostra stupida canzone d’amore

Mi basterebbe abbracciarti sotto le coperte o sul divano, toccarti la mano e sentirti il respiro, per restare bene e tornare a dormire e ritornare a sognare.
Questa nostra stupida canzone d’amore

La notte è giovane: sognami adesso, parlami d’amore, ché domani non sarò lo stesso.
Riccione

Ogni notte guardo il cielo che si abbatte come un quadro devastante su di me: mi rasserena, mi prende in mano e mi distrugge. Che bello è.
Sbagliare a vivere

La notte arriva: sul divano il posacenere raccoglie gli ultimi pensieri dentro me.
Sbagliare a vivere

Sbagliare a vivere mi piace un sacco.
Sbagliare a vivere

Tornate pure alle vostre case, stranieri, studenti, dottori, idee geniali: qui non c’è posto per rendere o fare la cosa giusta, per rendere meglio il posto e far posto al giusto.
Siamo tutti marziani

Qui non c’è spazio per chi dà spazio alle cose buone, come le emozioni.
Siamo tutti marziani

Le emozioni che entrano ed escono come pallottole nella pelle, e non si chiedono se la pelle è la mia o la tua.
Siamo tutti marziani

Tienimi ancora tra le tue dita di seta.
Sold out

Mi manca già l’aria di questa notte, dove tutto è sospeso in bilico tra la vita e la morte.
Tra la strada e le stelle

Posso starmene seduto qua ad aspettare che la vita va, con tutto quello che c’è compreso: pure lei.
Una canzone per Joss

Dipende da quanti soldi farò nei prossimi tre mesi: vorrei viaggiare fino in Mexico, nascondermi sotto un sombrero e poi, che cosa ne so? Nei prossimi tre mesi posso pure fare a meno di me.
Una canzone per Joss

Dormirei ancora, dormirei di più, niente telefono solo TV accesa: in questa gabbia manchi solo tu.
Una casa al mare

Hai presente quando dormi e sogni di correre ma non ci riesci? Ecco, bene, io per una volta ci vorrei riuscire.
Una casa al mare

Ci piacciono di più gli strumenti invecchiati, l’orologio nel taschino, il mappamondo sopra la tua scrivania.
Vecchio

Quando un vecchio inizia a bere lo fa giusto per ricordare come sorridere.
Vecchio

C’è bisogno di star male per capire quanto è corta la vita.
Vieni e cambiami la vita

Vieni e cambiami la vita, vieni e cambiamela tu, così posso finalmente seppellire la pioggia e fare tutto quel che ho sempre fatto: ora anche con te.
Vieni e cambiami la vita

Quant’è bello tornare dal mare con la voglia di ripartire, con i finestrini semi-abbassati, tirando ancora un poco indietro il sedile.
Zero stare sereno

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments