Volume 8 – Fabrizio De André

Raccolta delle migliori frasi di Volume 8 (album Fabrizio De André).

“Lo sa che io ho perduto due figli?”. “Signora, lei è una donna piuttosto distratta”.
Amico fragile

È bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra.
Amico fragile

Seduto in mezzo ai vostri “arrivederci” mi sentivo meno stanco di voi.
Amico fragile

Coi tuoi santi sempre pronti a benedire i tuoi sforzi per il pane, con il tuo bambino biondo a cui hai donato una pistola per Natale che sembra vera, con il letto in cui tua moglienon ti ha mai saputo dare e gli occhiali che tra un po’ dovrai cambiare, com’è che non riesci più a volare?
Canzone per l’estate

Io mi dico: è stato meglio lasciarci che non esserci mai incontrati.
Giugno ’73

Il bambino nel cortile sta giocando, tira sassi nel cielo e nel mare, ogni volta che colpisce una stella chiude gli occhi e si mette a sognare.
Le storie di ieri

I poeti, che strane creature: ogni volta che parlano è una truffa.
Le storie di ieri

Mio padre è un ragazzo tranquillo, la mattina legge molti giornali: è convinto di avere delle idee.
Le storie di ieri

Preferisco un poeta ad un poeta sconfitto.
Oceano

Se ci tieni tanto, puoi baciarmi ogni volta che vuoi.
Oceano

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime novità

Altri post